.
Annunci online

albagubrath
I miei deliri digitali...
DIARI
15 novembre 2010
piccole cose




Si sa sui mezzi pubblici viaggiano molte persone. Persone che non si conoscono. Persone che condividono un pezzo della loro vita. Persone stipate, una affianco all'altra.
Beh tra queste persone viaggiano molti migranti (extracomunitari). Beh ieri sera due extracomunitari salgono sul treno. Uno su una sedia a rotelle veniva assistito dall'altro e  inoltre avevano, come un segno distintivo, buste della spesa e borse al seguito.
I compagni di viaggio, forzati dalla vicinanza, guardavano con disgusto. Forse perché il loro profumo non era dei migliori (e se a sbagliare siamo noi "civili" che copriamo gli odori della pelle con i profumi? ).
Si mettono a chiacchierare. L'annunciatore di fermata spara dagli altoparlanti la fermata. Prima che si aprano le porte iniziano a preparasi. Riprendono le loro buste borse. Le sistemano sulle ginocchia di chi è sulla sedia. Ecco aprirsi le porte. Scendono. Si guardano attorno per individuare l'ascensore. Uno inizia a spingere la sedia. Le ruote iniziano a muoversi sul pavimento di linoleum. Prima di arrivare alle porte dell'ascensore, sulla banchina, si voltano verso il conducente e con una mano ed un sorriso lo ringraziano del viaggio offerto. Il conducente sorpreso, di solito nessuno ha questi gesti così gentili anzi tutto il contrario, accende la luce della cabina e ricambia il saluto e il sorriso.
Il treno sparisce nel tunnel e i due aspettano l'ascensore che li riporta a casa.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. metro extracomunitari solidarità

permalink | inviato da albagubrath il 15/11/2010 alle 13:47 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
DIARI
12 agosto 2010
Capitale d'agosto




E' arrivata la metà di agosto. La città si svuota. Le strade sono libere dalle auto. I gatti randagi passeggiano beati. Tutto pare fermarsi. Anche a lavoro. 
Durante il giorno la città vive in sonnolenza, la sera tutti in strada a trascorrere qualche ora insieme nei pub, lungo il fiume, nelle ville a prendere gli ultimi raggi di luce. 
Ed io qui ad osservare tutto questo. Ad osservare i piccoli dettagli di una città che si riposa. Ultimamente lo sto facendo con occhi diversi. Ultimamente tutto mi appare sotto una nuova veste. Luoghi che prima per me erano solo di passaggio ora non lo sono. Quando giro con lo scooter per le calde strade romane sento qualcosa di diverso nell'aria. 
Sarà questa nuova linfa che scorre nelle mie vene a fare tutto questo? Ma soprattutto, chi me l'ha iniettata? Forse lo so. Anzi no. So chi è stata. Grazie.
Da un pò di giorni il naufragare mi è dolce in questo mar...

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. roma agosto pub

permalink | inviato da albagubrath il 12/8/2010 alle 23:40 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
DIARI
12 luglio 2010
dissolvenza...



L'altro giorno mi trovavo a Civitacastellana, paesino in provincia di Viterbo. Ero presso l'officina di manutenzione di una società di trasporto pubblico. Tra i meandri dell'impianto ho scovato un reparto. Quello della tappezzeria. Macchine da cucire, seghe circolari, manutenzione dei sedili. Persone impiegate? Una. Dopo di lui, il nulla. 
Mi avvolge una tristezza infinita. Un reparto destinato a morire. Senza futuro. E' questa l'Italia che ci hanno lasciato e che non sappiamo far più crescere. E se quella persona avesse, che so, dieci persone a cui insegnare le competenze (va molto di modo questo termine) che ha acquisito durante la sua vita professionale, i sedili di quella società non sarebbero tutti in ordine e sempre nuovi? E se quelle dieci persone, poi, avessero le capacità di progettare e realizzare un nuovo sedile quanto si risparmierebbe? Quante persone si assumerebbero per il troppo lavoro se il progetto è valido? 
E invece la nuova cultura delle "risorse umane" è un'altra. Tagliare i fronzoli (siamo sicuri che sia un fronzolo il reparto tappezzeria?), tagliare i costi e dare ad una ditta (outsourcing, terzializzare) i lavori. Ma perché? Per quale strana ragione economica si fa così?
Insomma, ci lamentiamo ma non riusciamo a guardarci in torno e a reagire. 

Ad Maiora!

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. lavoro risorse umane futuro

permalink | inviato da albagubrath il 12/7/2010 alle 22:36 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
DIARI
21 febbraio 2010
Dolce stil vecchio




Si sa le cose, il sistema, vanno così. E' un eterno ripetersi delle vecchie abitudini. Riusciremo a cambiare? Riusciremo a scrollarci di dosso le "brutture" di questi anni? 
Mi sento il cavaliere contro i mulini a vento, o se vogliamo essere precisi, l'unico, o uno dei pochi, sani dentro un manicomio. Infatti il "sistema" si accorge del virus (un pò come nel film Matrix) e ti isola per non infettare il corpo e così continuare indisturbato nella sua opera. 
E gli altri, corpo, pare che non se ne accorgano. Anzi, pare essere addormentati, invischiati in una palude che coccola col suo finto calore. 
In questi giorni penso perché ci troviamo in questa situazione? una risposta me la sono data. Ci troviamo in questa situazione per colpa dei "trentenni" degli anni 80 ecco la verità! Sono loro, abituati nel sistema che ci ha portato fin qui, ora superata la soglia del mezzo secolo, che vogliono perpetuare il modo (sbagliato). Forse mi sbaglio, ma credo di no. Vedendo i comportamenti di questi colleghi che ripetono esattamente gli errori degli anni 80. E noi trentenni del 2010 siamo isolati, siamo etichettati come pazzi, etichettati come quelli che vogliono cambiare le cose ma tanto poi faremo la loro fine. E qui mi incavolo coi miei coetani! Svegliamoci. Mandiamoli a casa, siamo noi che dobbiamo cambiare le cose sbagliate che ci hanno portato qui. 
Ma lo vogliamo fare? 



Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. don chisciotte mulini 30enni

permalink | inviato da albagubrath il 21/2/2010 alle 10:9 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
DIARI
24 dicembre 2009
Buon Natale!




Il mio augurio è che l’Amore che percepite nelle vostre fibre non rimanga inutilizzato: investitelo quotidianamente nelle vostre relazioni sociali, amicali, affettive senza chiudervi a nessuno. E’ bello scoprire che questa incredibile energia più la spendi, più si riproduce in noi.





Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Natale 2009 Amore

permalink | inviato da albagubrath il 24/12/2009 alle 17:20 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
sfoglia
agosto       

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

blog letto 1 volte






Per un'altra tv


Aboliamo i costi di ricarica! Appello per la Giustizia - Per De Magistris Iscriviti al Vaffanculo Day Join the FON movement!
Weather Forecasts | Weather Maps | Weather Radar Rugby



"Sfido chiunque a citare un solo provvedimento del governo o della maggioranza che mi abbia favorito". (Silvio Berlusconi, Il Giornale, 21 gennaio 2006).


"Nella sua replica al Parlamento europeo, Silvio Berlusconi ha risposto al deputato del Pse Baròn Crespo che gli aveva chiesto di non trasportare in Europa la sua attitudine a fare leggi "su misura". Berlusconi ha replicato ricordando che "sono solo tre" le leggi che in un qualche modo lo riguardano e "sono state la risposta parlamentare, con strumenti democratici, a chi approfitta del suo ruolo di funzionario pubblico per attaccare dal punto di vista giudiziario gli oppositori politici". (Ansa, 2 luglio 2003).


Il matrimonio è la causa principale del divorzio.

O questo uomo è morto, o il mio orologio si è fermato!


Cavaliere, nessuno vuole farla fesso... non c'è bisogno.


Posseggo solo cose inutili... ma non è colpa mia.

( Totò )

Elena di Troia... Troia... Troia: questo nome non mi è nuovo
( Totokamen )

Prendo tre caffè alla volta per risparmiare due mance.

Il mondo è fatto a scale, c'è chi scende e c'è chi sale...ma chi è furbo prende l'ascensore!!!!


Mi piace troppo leggere i libri per avere voglia di scriverne uno!



Il vero compito della comunicazione è creare amore e armonia, è costruire la pace.


Cambiare non è facile. Tuttavia è possibile, ed è il pregio più grande degli esseri umani.



Si può perdonare a un uomo di aver fatto una cosa utile a condizione che non inizi ad ammirarla. L'unica attenuante per colui che fa una cosa inutile è che l'ammiri intensamente. Tutta l'arte è perfettamente inutile.

Il ritratto di Dorian Gray

Tutto il nostro sapere ha origina dalle nostre percezioni

Leonardo Da Vinci


Si vive in un'epoca in cui le cose non necessarie costituiscono le sole necessità.

Il ritratto di Dorian Gray





My statusI Partiti Puliti!





Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.




adopt your own virtual pet!








Heracleum blog & web tools